I racconti de La notte (e il pomeriggio) del Lavoro Narrato – Milano 2017

 

notte lavoro narrato milano

Lo sosteniamo e lo sappiamo che il #lavorobenfatto c’è ed esiste: per questo il 28 aprile 2017 abbiamo organizzato la 2° edizione de La notte del Lavoro Narrato di #Milano.
Siamo partiti dal pensare alle realtà che ci sarebbe piaciuto incontrare, far incontrare tra loro e far incontrare ad altri. 30 persone che si sono raccontate, incontrate, ascoltate, interrogate: una giornata intensa.
Le 13 storie che  hanno riempito lo spazio che Zero5 Laboratorio di Utopie Metropolitane ha messo a disposizione per l’iniziativa le abbiamo scelte con cura: il pomeriggio 7 storie di lavoro in ambito educativo, la sera 6 storie di realtà meticce tra profit e no profit che hanno al centro del lavoro l’uomo.

Paola Lanzetti ha rotto il ghiaccio del pomeriggio raccontandoci come lo spazio che ci ha ospitato è stato confiscato alla Mafia e trasformato in un luogo sociale, un progetto per i ragazzi e le famiglie del quartiere, un quartiere che ha bisogno di spazi di prossimità.

Il ragionamento sulla necessità di una maggiore prossimità è stato approfondito da Vincenzo Russo e Marco Muzzi che ci hanno presentato Social Proximity (andatelo a vedere!) un progetto online che ha nel suo core la possibilità di dar valore alle voci e alle esperienze educative perché ciò diventi un possibile selettore di competenze per gli educatori, mettendoli in rete tra loro.

Di reti fisiche e non digitali ha parlato Massimiliano Pensa portandonci tra le piazze e i sottopassaggi milanesi di Comunità Progetto e mostrandoci com’è possibile lavorare sugli spazi per introdurre nuove possibilità nel tessuto relazionale urbano. Hashtag Sette – da attraversare.

Manuela Fedeli coordinatrice del CDD Tiraemolla e Riccardo Cescocoordinatore del CDD il fiore Cernusco Sul Naviglio entrambi della cooperativa Libera Compagnia Di Arti & Mestieri Sociali hanno portato due esperienze di lavoro con la disabilità dove gli insuccessi sono dati dalla difficoltà di intravedere nuove chiavi di lettura e i successi da ciò che gli utenti dei servizi possono imparare immettendo sul territorio servizi di aiuto, dalla spesa consegnata a casa a persone che ne fanno richiesta all’ufficio oggetti smarriti al centro sportivo.

da Firenze Vania Rigoni ci ha raccontato in breve come lavora lei, libera professionista in campo educativo, nell’incontro con situazioni di fragilità sia individuali che dell’intero sistema familiare.

Roberto Salvato ha presentato il suo nuovo progetto Alfabullo che individua possibilità interessanti nell’incrociare un bisogno dei ragazzi e delle famiglie di contrasto al bullismo con la possibilità di intervento e sostegno che le realtà territoriali possono immettere.

Anna Gatti per noi ha concluso il ciclo degli interventi pomeridiani portando il contributo di Associazione Metas sulla necessità di mostrare la qualità del lavoro sociale con la possibilità di mostrarlo sul web oppure in occasioni come questa. Perché per noi, il lavoro, il #lavorobenfatto vale.

notte lavoro narrato milano metasLa sera, dopo un aperitivo Monica Cristina Massola introduce, come fatto nel pomeriggio, il valore dela narrazione, del raccontare storie di lavoro con al centro l’uomo, a scavalco tra profit e no profit.

Roberto Salvato e la sua storia: Fuoco e bulloni.
Un consulente aziendale con competenze educative che aiuta le aziende a mostrare la loro storia per posizionarsi meglio sul mercato, facendosela raccontare.

Davide Locastro e la sua Rescogita: da professionista della cooperazione sociale a project manager. Il loro sito_ RESCOGITA nasce dall’idea di due professionisti, che integrano l’esperienza pluriennale di direzione di impresa sociale con l’attività di formazione e consulenza ai gruppi e alle organizzazioni. Con lo staff Rescogita collaborano inoltre, su tematiche specifiche (economiche, legali, marketing & comunicazione, fund raising, sicurezza…), esperti e operatori di diversa estrazione.

Alessandro Donadio e la sua storia: Fred ne era certo.

La persona non é un fattore produttivo. La persona non é un fattore.

Christian Uccellatore di Sguardiper: perché come nella cultura hip hop, l’importante é trovare il passepartout. Da professionista della cooperazione sociale a Responsabile di un progetto di contrasto alle povertà con Fondazione Ernesto Pellegrini: il progetto é Il Ristorante Ruben: http://www.fondazionepellegrinionlus.it/ristorante-ruben/ di
http://www.fondazionepellegrinionlus.it/ 
La ciliegina sulla torta: Rescogita progetto presentato da Davide Locastro ha seguito lo sviluppo del progetto.

Vania Rigoni de La Bottega della Pedagogista, ci racconta la sua storia professionale: da educatrice nelle cooperative sociali fiorentine a libera professionista dell’Educazione.
Percorsi educativi che aiutano a ritrovare l’armonia tra le diverse dimensioni esistenziali.

Anna Gatti di Metas sottolinea che é proprio vero: più ascoltiamo queste storie e più ci convinciamo che la distanza tra profit e no profit é acqua passata.
Il valore delle risorse umane, che per il sociale é sempre stato al centro, diventa essenziale anche in ambito aziendale.
Il profit però è più capace di valorizzarsi, in ogni piccolo gesto e azione. Il sociale che è capace di dar valore ai contesti di cui si occupa, fa ancora tanta fatica a mostrare le proprie potenzialità di impresa.

Cristina Crippa racconta di Metas e della costruzione che si sta facendo di lavoro organizzato ben fatto, a partire dal backgroung di sapere pedagogico:
Il lavoro deve essere trasformato in esperienza di vita.
Il lavoro deve essere curato, pensato.
La cura del benessere relazionale è centrale non per motivazioni morali, ma per dare senso alla propria presenza in quel luogo lavorativo e ha un valore economico molto alto.

ph1  Vania Rigoni

ph2 e ph3 Manuela Fedeli

 lavoro narrato notte milano metas

Vuoi ricevere gratuitamente l’ebook del pomeriggio e della notte del lavoro narrato di Milano (28 aprile 2017)? è in formato pdf!

Abbiamo solo bisogno di una tua mail a cui inviartelo 😉

ps: se hai una mail @gmail.com potresti riceverla nella sezione Promozioni;  puoi spostarla nella posta in arrivo per essere sicuro di ricevere gli aggiornamenti sul tema.

Una risposta a “I racconti de La notte (e il pomeriggio) del Lavoro Narrato – Milano 2017”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *