Corpi distanti

Il corpo è un tema che amiamo molto, che attraversa sempre le nostre formazioni e che oggi assume una rilevanza unica. 

Da ormai più di due mesi viviamo nella distanza dei corpi, ri-modulando le relazioni e ripensando a come mettere quel corpo che è/siamo, che ci fa incontrare nella professione, con i nostri utenti, con altri corpi. 

Il corpo è il focus tematico che troverete nello Spazio di Riflessione del 18 maggio 2020 alle ore 14:00 (fino alle ore 16:00)

“Recuperare il legame che ciascuno ha con l’intreccio della vita a partire dal nostro essere soggetti corporei, biologicamente connotati. Ripensare la propria appartenenza al mondo non solo con il congegno del ragionamento ma tramite la messa in gioco delle complete, spiazzanti, emozioni portate dall’agire, dallo sperimentare, lasciare orme visibili all’occhio. Il pensarsi come soggetto psicofisico, in cui corpo, mente e spirito sono parte indissolubile l’una dell’altra, apre finestre di riflessioni notevoli. Il soggetto corporeo, biologicamente, storicamente, descritto, si riscopre parte e non cardine del tutto, legame e connessione con il globo, possibilità e consapevolezza di quanto ogni personale movimento comporti conseguenze immediate e lontane. La nostra reale responsabilità verso l’intero, una modalità che oltrepassa l’idea di un pensiero diviso in compartimenti separati e una visione che scopre il punto di vista inserito e intrecciato al contesto.” 

“Il corpo, dunque. Nostro limite tra pelle e aria, il mondo dentro e fuori di noi. Il corpo che dà abito (luogo) e che è, al tempo stesso, abitato. Il corpo che si ha, il corpo che si è. Zona di confine, possibilità di incontro tra noi e ciò che è oltre.”

“L’incontrare appartiene alla corporeità perché ciascun corpo è la memoria di un itinerario percorso e possibile18, è il diario che raccoglie i libri letti e i luoghi da cui ci siamo lasciati affascinare, le persone da cui ci siamo lasciati affascinare. E, conseguentemente, è racconto di sé, autobiografia, opinione riflettuta oltre la dimensione dell’intelletto. “ (G. Bertagni
Aggiungiamo alcune riflessioni nostre, spunti di pensiero sul corpo, che non pretendono di essere una trattazione precisa, ma solo possibilità piste di partenza che Monica Massola ha costruito in questo video
Per partecipare allo Spazio di Riflessione del 18 maggio 2020 vi chiediamo di compilare questo form 
corpo educazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *